Asparagi

Asparagi

Consapevoli che a inizio aprile la "mezza stagione" sta ancora dominando sui mercati italiani, con differenze importanti tra produzioni di Nord, Centro e Sud, possiamo tranquillamente iniziare a mangiare gli asparagi, tipica gioia primaverile del palato. C'è da sbizzarrirsi: verdi (l '80% del consumo nazionale), bianchi (15%) o violetti (5%), e di tutte le sfumature. Generalmente i bianchi sono ottenuti coprendo quelli verdi ed evitando di esporli alla luce, ma ci sono anche varietà che nascono così. I bianchi più noti sono di Bassano del Grappa, Pescia, Cesena, Bibione (San Michele al Tagliamento), Terlano, Rivoli Veronese, Cimadolmo.

Se invece i verdi sono spesso della varietà americana mary washington, che si coltiva un po ' ovunque, ci sono tuttavia anche varietà locali importanti, come quella di Altedo che ha ottenuto l 'Igp. E poi i violetti: in Italia abbiamo un'eccellenza nel violetto di Albenga (Savona), Presidio Slow Food. I terreni alluvionali della piana di Albenga, costituiti da uno strato profondo sabbioso e limoso, sono il luogo ideale per ottenere prodotti dal sapore e dal profumo irriproducibili altrove. Anche il Piemonte ha un'ottima produzione di violetti a Santena (Torino), che dà il meglio a fine mese e a maggio. Cosa che succederà per tutte le varietà del Nord.

Scegliete asparagi medio-piccoli, i migliori per tenerezza e gusto. Costano anche un po ' meno, perché quasi tutti antepongono l'occhio al palato e preferiscono i grandi. Controllate che la punta sia soda e appuntita: quando comincia a "fiorire", quindi a sfaldarsi un po ', la qualità cade a picco. C 'è un modo curioso per risparmiare sugli asparagi: gli operatori dei mercati li considerano un prodotto "da fine settimana", che vende di più il venerdì e il sabato, quindi nel weekend di solito i prezzi sono tenuti più alti. Comprateli il martedì o mercoledì e risparmierete anche il 20-30%. I prezzi negli ultimi anni sono però mediamente più stabili, perché in stagione non c 'è più la concorrenza del prodotto spagnolo, che anni fa giungeva in quantità a prezzi stracciati ma poi è stato progressivamente abbandonato dai contadini iberici perché non abbastanza remunerativo.

Pubblicato in Prodotti e stagionalità

Iscriviti alla nostra newsletter

GARANZIA PRIVACY - La tua e-mail non sarà ceduta a terzi ne sarà utilizzata per altri scopi diversi da quello per il quale ti è stata richiesta, ovvero inviarti la newsletter dalla quale potrai cancellarti in ogni momento cliccando link posto sul fondo di ogni mail. Per ulteriori informazioni leggi tutti i nostri impegni per la tua privacy.

Contatti

Numero Verde: 800-74.55.22
Centralino: 041-570.2000
Fax: 041-57.28.368
Mail: info@saleepepe.it

Contattaci

Dove siamo

Via della Costituzione, 151
30038 - Spinea - (Ve) - Italia
(Vicino alla stazione dei treni di Maerne)


Vedi la mappa interattiva

Orari apertura

Uffici:
Lunedì – Venerdì: 09.00–13.30 e 15.30-19.00
Sabato: 09.00–13.00


Negozio:
Martedì - Sabato: 10.30-13.30 e 16.30-20.00
Domenica: 10.00-13.30

Seguiteci su

     

     

Il muro dei social